Editoriale - Febbraio 2007
Di bweb Magazine, in Editoriali - febbraio 2007

Dopo il periodo di «stand-by» delle festività natalizie, la stagione agonistica ha ripreso il suo pieno regime, e ovviamente la redazione di bweb Magazine non si è fatta sfuggire un colpo! Cominciamo dunque a illustrare i contenuti di questo mese, non prima di aver dato un caloroso benvenuto a Fabrizio Satta, che da questo mese collabora attivamente con la rivista, curando l'aggiornamento di alcune rubriche (tra cui il palinsesto tv, di recentissima inaugurazione).

Per i birilli abbiamo una ricchissima pagina di cronaca, a cominciare dalla prova BTP di Ceccano, a cura di Andrea Rondini con la collaborazione di Fabrizio Satta. Hanno preso il via anche i campionati a squadre maschili (in particolare la Serie A, di cui ci racconta Enzo Olivo) e femminile, con la manifestazione «Il Tappeto è Rosa» per la quale non potevamo che avvalerci della cronaca «dall'interno» della nostra Paola Luzzi.

Come promesso, riparte la rubrica di tecnica, come sempre a cura di Fabio Margutti, che ci guida ancora un po' più a fondo nei meandri delle traiettorie del biliardo.

Numero importante anche per la carambola, sezione curata dall'instancabile Roberto Garofalo: riprende la coppa del mondo, con la prova di Sluiskil (Olanda), e prosegue il programma di allenamento, con una novità: alle ormai conosciute figure di Weingartner (per il gioco di serie) si affianca una nuova rubrica dedicata prettamente alla specialità delle 3 sponde, e in particolare al «position play». Ci auguriamo che la apprezzerete!

Mese di pausa per le competizioni di pool, ma il nostro esperto Francesco Tomati non ci fa comunque mancare il suo contributo, e confeziona un interessantissimo approfondimento su una delle maledizioni che colpisce, prima o poi, tutti i giocatori a ogni livello: il cosiddetto «momentaccio». Come affrontarlo? Ci danno la loro versione cinque giocatori professionisti, che per l'occasione hanno gentilmente risposto alle nostre domande: Riccardo Nuovo, Paolo Marcolin, Fabio Petroni, Bruno Muratore e Marco Zanetti.

Lo snooker ha vissuto uno dei momenti più intensi della sua stagione col Masters di Wembley: a raccontarci di questo prestigioso torneo è come sempre Enrico Galli.


Vogliamo chiudere questa presentazione rispondendo a un nostro affezionato lettore, ottimo giocatore di carambola, che ci ha scritto facendoci osservare una mancata attenzione nei confronti di alcuni giocatori nei nostri articoli di cronaca. Segue la risposta di Roberto Garofalo:

«Un nostro lettore, il giocatore Fabrizio Cortese, ci ha inviato una gentile ma ferma protesta. Riguarda l'articolo da me redatto sul Trofeo di Modica e apparso nel Magazine di Gennaio 2007. Fabrizio si lamenta di non essere stato mai menzionato pur piazzandosi al quarto posto con una delle migliori medie del torneo. Devo riconoscere che è stata una svista non voluta; ho citato Mingiardi, in classifica dopo Cortese, per la sua media oltre l'1.100 e tanti altri giocatori per svariati motivi.Cortese meritava più attenzione non solo per il 4° posto (che ricordiamo dà il diritto di essere una delle quattro teste di serie nella prossima edizione del Trofeo di Modica), ma anche e soprattutto per i suoi meriti sportivi e i risultati ottenuti negli ultimi anni: due volte campione italiano di 1a categoria, presenze importanti nelle gare internazionali a squadre e, dulcis in fundo, un pareggio con Marco Zanetti ai 40 punti nell'ultimo assoluto di S. Vincent. Me ne scuso quindi con l'interessato e con i lettori




 Home page | Mappa del sito | Cookie Policy - Estesa © Copyright 2003 - 2021 Tutti i diritti riservati.
powered by dBlog CMS ® Open Source